• General Search
  • Vetrine Digitali
  • Eventi
  • Products & Services
  • Blogs

Codice del Commercio: Semplificazioni per i Commercianti Pugliesi

codice del commercio puglia

Il 26 marzo è stato approvato dal consiglio regionale della Puglia il “Codice del Commercio”, una legge quadro che semplificherà la vita di moltissimi commercianti perché profondamente diversa rispetto alla normativa precedente.

La notizia giunge dall’assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone, la quale si dichiara entusiasta del servizio reso che servirà a migliorare l’economia della Puglia.

La grande mole di norme regionali e nazionali è stata resa organica dando vita al Codice del Commercio. Ma creare questo codice era fondamentale anche per adeguare tutte le leggi al nuovo quadro legislativo economico e nazionale che sappiamo essere orientato alla liberalizzazione delle attività economiche e a semplificare gli oneri di tipo amministrativo a carico delle imprese.

Codice del Commercio Puglia: Cosa Prevede?

Il Codice del Commercio prevede:

  • la SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) è confermata come modalità ordinaria di inizio delle attività
  • l’autorizzazione resta come eccezione prevista per attività impattanti o che hanno bisogno di specifiche verifiche e controlli. Le attività soggette ad autorizzazione sono quelle che prevedono la vendita e la somministrazione di alcolici, distribuzione di carburante o strutture di grandi dimensione
  • l’unificazione di determinate normative per tutti i settori
  • la razionalizzazione ed estensione di taluni istituti in origine previsti in sede fissa a tutte le attività commerciali
  • la regolamentazione delle attività di vendita al dettaglio
  • le sanzioni e le modalità di sospensione e revoca delle autorizzazioni.

Leave a Comment